giovedì 13 marzo 2014

Attori di domani-Parte II

Ed eccoci alla parte II della lista di attori. Questa volta ho incluso attori perlopiù trentenni, diciamo quindi più grandicelli, che dopo anni di gavetta solo adesso stanno riuscendo ad emergere.


Jake Johnson: per tutti è Nick Miller, il tenero barista cazzone di “new girl”. Nel 2013, lo si è visto anche in “Drinking Buddies”, piacevole commedia indie-alcolica dove interpretava il compagno di bevute di Olivia Wilde. Piccola curiosità riguardo a questa pellicola è che è stata inserita da Quentin Tarantino nella sua personale lista dei dieci migliori film del 2013. Sarà tra i protagonisti del nuovo Jurassic Park e ha un po’ di film in uscita, tra cui "Neighbours" al fianco di Seth Rogen, Rosie Byrne e Zac Efron. Originario di Chicago, come il suo personaggio Nick Miller, è sposato con l'artista Erin Payne.
Da vedere: “Drinking Buddies” è una commedia reale e piacevole, dove non succede niente di particolare, ma è ben recitata e scende come una buona pinta. In alternativa “New Girl”, per chi riesce a tollerare Zooey Deschanel. 

Lupita Nyong'o: attrice messico-kenyota, è la rivelazione del 2013 grazie alla sua soffertissima interpretazione della schiava Patsey in "12 anni schiavo", il film premio Oscar che ha fatto vincere anche lei la preziosa statuetta come miglior attrice non protagonista. Molto appassionata alla moda, è stata scelta da Miu Miu come testimonial 2014 insieme alla colleghe Elizabeth Olsen, Elle Fanning e Bella Heathcote. 
Il suo entusiasmo e la sua passione sono una freschezza per Hollywood e il futuro per ora le serba una parte in "Non stop", un film d'azione con Liam Neeson.
Da vedere: "12 anni schiavo", il suo ruolo non è gigantesco ma ti rimane impresso. Fatto curioso che questo sia stato il suo primo film una volta uscita dall'accademia di recitazione di Yale.  

Max Greenfield: anch'egli proveniente dalla scuderia “New Girl”, dove veste i panni di Schmidt, personalmente il mio personaggio idolo della serie. Preciso e narciso, ex-ciccione e ora fissato con la linea, Schmidt riesce ad essere odioso e adorabile al tempo stesso, rubando le scene ai suoi comprimari. I fan di Veronica Mars probabilmente se lo ricorderanno nei panni di Leo D’Amato, di cui rivestirà nuovamente i panni nella trasposizione cinematografica del serial, ottenuta con il crowdfunding dei fan stessi.
Da vedere: le prime due stagioni di “New Girl”. Il suo personaggio cresce episodio dopo episodio fino a diventare l’idolo Schmidt.


Michelle Dockery: trentenne londinese, amica di Lupita Nyong'o. Da buona britannica ha un background teatrale e il successo l'ha trovato interprentando Lady Mary Crawley nel british serial più trasmesso al mondo "Downton Abbey". La sua interpretazione le è valsa una nomination agli Emmy (oscar della televisione) come migliore attrice protagonista. Sarà anche lei al fianco di Liam Neeson nel film d'azione "Nonstop".
Da vedere: per chi è appassionato d'Inghilterra e film in costume allora Downton Abbey è un must come una trasposizione cinematografica di un libro di Jane Austen. 

Oscar Isaac: negli ultimi anni ha preso parte a grandi pellicole senza mai essere il protagonista o il comprimario. Ci sono voluti i fratelli Cohen a sceglierlo finalmente come protagonista del loro ultimo film, “Inside Lewyn Davis”, dove ha cantato e recitato e ha dimostrato di non essere niente male. Prossimamente lo vedremo al fianco di Viggo Mortensen e Kirsten Dunst nella trasposizione cinematografica del celebre romanzo “I due volti di gennaio”. Ex-alunno della prestigiosa Juillard di New York, è guatemalteco. 
Da vedere: “Inside Lewyn Davis” e “Drive”.